Archivi categoria: serata 26 gennaio 2019

76° anno della “Ritirata di Russia”

Isola Vicentina, sabato 26 gennaio 2019

Siamo lieti di informarvi per la serata organizzata a 76 anni esatti dal 26 gennaio 1943, inizio della terribile battaglia di Nikolaevka. Quest’anno al Cinema Teatro Marconi di Isola Vicentina si esibiranno due Cori conosciuti a livello nazionale, il Coro A.N.A. “Amici Miei” di Montegalda e il Coro “Brigata Alpina Julia” Congedati che ci intratterranno con i più bei canti del loro repertorio. Saranno presenti con le loro testimonianze i reduci di Russia, Giuseppe Bassi e Domenico Tizian che hanno accettato molto volentieri in nostro invito.

La serata, organizzata con l’aiuto dell’ Associazione Ricercatori Storico Aeronautica Dogfight, è voluta anche per ricordare il milite Carabiniere Reale Aus. M.O.V.M Plado Mosca Giuseppe, Caduto nella Battaglia di Arbuzovka (Arbusow) il 22 dicembre 1942. L’associazione Dogfight di Thiene, grazie ai suoi collaboratori è riuscita a far tornare in italia il gavettino del Carabiniere “Medaglia d’Oro al Valor Militare”.

Durante la serata il gavettino sarà consegnato alla famiglia che giungerà ad Isola Vicentina dalla Sicilia.

Saranno presenti Autorità militari e istituzionali.

Nelle prossime settimane altre informazioni più dettagliate.

Sabato 26 gennaio 2019-ore 20.30 presso il Cinema Teatro Marconi di Isola Vicentina (VI)

I posti sono limitati!Locandina-Concerto-76

Domenico Tizian

26 GENNAIO 2019 – ISOLA VICENTINA
Per il 76° della Ritirata di Russia

Stiamo organizzando l’importante evento per il 76° anno della “Ritirata di Russia”. Abbiamo avuto la fortuna di passare qualche ora con il reduce, nato a Villaverla e ora residente a Vicenza. Reduce di Grecia-Albania e Russia. Ci ha raccontato del famoso fatto della “Campana di Janina” portata a Monte Berico nel ’42. Più di un ora di racconti dei fatti accaduti in Grecia e Russia. L’alpino marconista della “Julia” si trova aggregato alla “Tridentina” durante i giorni della ritirata di Russia. Orgogliosamente ci mostra una delle foto più importanti della Ritirata di Russia. Ci spiega che durante quello scatto era appoggiato alla sua slitta, riparata da lui pochi giorni prima, vista anche la sua abilità come falegname. La slitta carica di generi di conforto recuperati poco prima in un magazzino lasciato poi abbandonato. In testa un colbacco avuto da un prigioniero russo, in cambio Tizian gli offrì il suo passamontagna. Ricorda che, sentiti gli scatti del fotoreporter del “Corriere della Sera”, si girò improvvisamente credendo fossero degli spari in lontananza. Dopo questa serie di foto, un carro armato T-34 mimetizzato di bianco, si affacciò alla colonna in marcia e…. il resto del racconto ve lo dirà Domenico Tizian il 26 gennaio 2019 al Cinema Teatro Marconi di Isola Vicentina.

Seguite la pagina per le prossime informazioni!
Condividete! Vi aspettiamo!